Alla scoperta di Ginosa e Marina di Ginosa: le attività da svolgere quest’estate

L’estate è una bella occasione per scoprire territori meravigliosi e incontaminati come Ginosa e Marina di Ginosa.  L’offerta turistico-esperienziale di quest’anno è ricca e molto diversificata, ma vi permette di vivere a 360 gradi tutto il territorio: dalla gravina di Ginosa alla natura incontaminata di Marina di Ginosa. Tra i promotori di queste attività ci sono Bionatour Experience nella persona di Tania Logroio, guida ambientale,  Tertiam Viaggi e l’associazione albergatori di Ginosa, BookingGinosa.com. 

Le attività estate 2020 

Domenica 19 luglio – escursione naturalistica “Dalla Torre al lago” – Marina di Ginosa -organizzata da Bionatour Experience

Per maggiori info date un’occhiata a questo link https://www.facebook.com/events/645996712935754/

Giovedì 23 luglio – Biologi e ricercatori per un giorno- laboratorio di biologia marina per i bambini dai 6 ai 10 anni – Marina di Ginosa -organizzata da Bionatour Experience 

Per maggiori info date un’occhiata a questo link https://www.facebook.com/events/211535656747592/

Per rimanere aggiornati costantemente sulle attività che Bionatour Experience organizza, seguite la pagina facebook qui .

 

Itinerari autentici – 25, 26 luglio Ginosa e Marina di Ginosa organizzati da Tertiam Viaggi 

Si tratta di quattro escursioni per grandi e piccini a Ginosa e Marina di Ginosa .  Per maggiori info consultate la pagina di Itinerari Autentici qui

Le attività dell’associazione BookingGinosa – 13 luglio al 13 settembre 
L’Associazione Albergatori BookingGinosa ripropone un calendario ancor più ricco di esperienze per i turisti che vorranno conoscere appieno Ginosa e dintorni. Le attività riguardano: visite guidate, escursioni naturalistiche, pesca sportiva, laboratori esperienziali, #degustazione di prodotti e ricette locali, che offriranno dei veri e propri “percorsi” attraversando i 5 sensi. 
Info e prenotazioni consultate il sito www.bookingginosa.com
Vi aspettiamo a Ginosa e Marina di Ginosa.
Immagine di copertina : Max Perrini