I fichi di Puglia

Nell’antico Testamento il fico era simbolo di fertilità.
Ai tempi della Grecia Classica, questo frutto era considerato “degno di nutrire oratori e filosofi“.
Platone, per esempio, amava quelli secchi.
Plubio Ovidio Nasone in occasione del Capodanno offriva ad amici e parenti, fichi e del miele come augurio per il nuovo anno.

Le proprietà benefiche

Nell’antichità i fichi erano molto apprezzati anche dagli atleti e convalescenti per l’apporto proteico e per la digeribilità. Infatti, viene usato come impacco sui gonfiori o ascessi.

I valori nutrizionali 

I fichi contengono potassio, calcio e ferro. Inoltre, sono ricchi di vitamina B6