Il Bibliomotocarro del Maestro Antonio La Cava ha fatto sosta a Ginosa





Oggi il famoso Bibliomotocarro  del Maestro La Cava ha fatto sosta a Ginosa, in occasione de “Il Maggio dei Libri”, iniziativa promossa dalla Proloco di Ginosa con la Biblioteca civica di Ginosa. 

Il bibliomotocarro è nato negli anni 99/2000 con la finalità di richiamare la disaffezione nei confronti dei libri.
Nel motocarro, mezzo umile ,popolare , a misura di bambino , molto somigliante ad una casa, ci sono ben 1000 libri, tra questi ci sono i cosiddetti “libri bianchi”.
Quest’ultima iniziativa è nata a San Mauro Forte ,quando una fanciulla extracomunitaria disse “Maestro, e se libri li scrivessimo noi?” Da lì il maestro  acquistò 200 libri bianchi ed oggi li mette a disposizione dei bambini che va a trovare nei piccoli  paesi della Basilicata e non.

 





Alla biblioteca itinerante si aggiunge anche il cinema itinerante , un cinema fatto dai bambini  con il supporto della tecnologia,ma sempre partendo sempre dai libri.

 

In questi anni non sono mancati importanti riconoscimenti: nel 2005 dal Ministero per le Attività Culturali e i Beni Librari con il primo premio Nazionale quale miglior Progetto per la promozione del Libro e della Lettura;
Premio Simpatia nel 2014 al Campidoglio di Roma e Medaglia d’onore dal Presidente della Repubblica.


Questo è un ulteriore dimostrazione che l’idea del Maestro Antonio La Cava è stata rivoluzionaria in tutti i sensi:a partire dalla finalità che si riassume in questa frase “I libri hanno messo le ruote” per raggiungere i piccoli paesi dove mancano biblioteche fino al motocarro, mezzo popolare ed umile.

Oggi per Ginosa e per chi ha avuto modo di parlare con il maestro La Cava è stata una bella giornata.

Qui potete visitare il sito https://www.ilbibliomotocarro.com/




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *