Il ministro Fraceschini ha proposto di prorogare le concessioni balneari fino al 2033

Da fonti di stampa si apprende che il ministro Dario Franceschini avrebbe proposto di inserire nel decreto di aprile una norma che prevede la proroga delle concessioni balneari già disposta dalla legge n.145 del 2018 fino al 2033. In tal modo si eviterebbe ogni dubbio applicativo di tale misura da parte degli enti locali che hanno provveduto autonomamente a prorogare i termini. 

Il Comune di Taranto ha scelto di approvare una delibera che estende al 2033 le concessioni demaniali marittime esistenti 

E’ notizia di qualche ora fa che anche il Comune di Taranto ha approvato con delibera la proroga delle concessioni demaniali marittime venendo incontro alle richieste provenienti dalle associazioni di categoria e iniziare un percorso virtuoso di confronto che ponga le basi di un rilancio avviato del settore turistico.

«Siamo consapevoli – afferma l’assessore allo Sviluppo Economico Gianni Cataldino – che il turismo non può crescere in una condizione di precarietà delle imprese e la nostra delibera muove in direzione contraria a questa precarietà. Siamo anche convinti che regioni e governo definiranno un quadro normativo più utile a dare certezze al settore, ma come amministrazione locale abbiamo deciso di avviare un percorso nell’interesse delle imprese e dei tanti lavoratori impegnati. Non a caso l’amministrazione Melucci ha voluto rinominare l’isola amministrativa del comune di Taranto “Marina di Taranto”: è una forma semantica che certifica il fattore fortemente identitario. Siamo consapevoli dei tanti ostacoli che possono intervenire inserendosi in un quadro amministrativo così complesso, che tiene insieme norme regionali, nazionali ed europee; siamo, però, altrettanto consapevoli che in un momento di crisi economica come questa tutte le questioni inerenti il rilancio del territorio vadano affrontate con fermezza e determinazione».

Immagine di repertorio. Credits: Emiliano Costantino