La tradizionale raccolta delle olive

In Puglia i mesi di ottobre, novembre e dicembre sono dediti alla raccolta delle olive da dove si ricava l’oro giallo,  l’olio. La raccolta può avvenire manualmente o con la tecnica della pettinatura, dove tra i rami si passa uno strumento simile al pettine, e  meccanicamente con il pettine vibrante. Entrambi causano la caduta delle olive su dei teli.
Successivamente le olive vengono messe in un setaccio per separarle dalle foglie e poi portate presso il frantoio .

Una volta le olive si raccoglievano a mano. Era un lavoro duro perchè iniziava dall’alba, terminava al tramonto e s’interrompeva a mezzogiorno per mangiare un pezzo di pane casereccio accompagnato da olive in salamoia o peperoni.

La Puglia è la prima regione italiana produttrice di olio d’oliva.

Nonostante i problemi della Xylella, dalle indagini di mercato effettuate dalla Cia-Agricoltori italiani, è emerso che in Puglia si produce il 60% della produzione totale di olio rispetto all’anno scorso.
Il clima, inoltre, ha favorito la produzione e l’ottima qualità dell’olio.

Ph: Giulio Perricone

 

Vedi anche