L’affresco della Madonna di Loreto

In seguito ad una serie di studi e analisi,l’archeologo Vincenzo Stasolla,è arrivato a conclusione che l’affresco locato nella parte destra del portale principale della Chiesa Madre rappresenta la Madonna di Loreto.

Sull’affresco è rappresentata una donna con sembianze meridionali e in abito tipicamente domestico composto da: copricapo,un vestito semplice color porpora, una mantellina e con in braccio un bambino nudo. Ai piedi di questa donna, vi è un edificio sacro non tanto dissimile dalla Chiesa Madre.

L’iscrizione esegetica “S.M DELOREM” locato in alto all’edificio sarebbe riconducibile a  SANTA MARIA DI LORETO

 


La maggior parte della gente noterà che la Madonna di Loreto è di carnagione scura ,mentre la donna dell’affresco è di carnagione bianca.
Anche qui, Stasolla comparando  la Madonna di Loreto presente a Capracotta,di Arenabianca,nella frazione di Montesano e la Madonna presente a Barletta, ha notato molte somiglianze.
La Madonna di Loreto locata nella Chiesa Madre si differenzia dalle altre per la sua sobrietà,riconducibile, molto probabilmente,ad una forte devozione dei pastori  per la Madonna di Loreto.
Infatti, Ginosa nel 500-600 era un crocevia di  pellegrini,viandanti e transumanze.

Il testo che si trova a termine dell’opera indicherebbe il nome di colui che ha commissionato l’opera ,Francesco Di Giovanni Sanagio Salino.

 

La pubblicazione di Vincenzo Stasolla è reperibile qui http://www.auditorium.info/wp-content/uploads/Chiesa-Matrice-di-Ginosa.pdf