Presentato il marchio “Terra delle Gravine”




Ieri 2 agosto a Massafra è stato presentato alla stampa il marchioTerra delle Gravine ,realizzato e prodotto all’interno della più ampia strategia di comunicazione culturale e turistica del progetto “Terra delle Gravine tra sharing economy e turismo esperienziale”, sostenuto dal MiBACT.

Il marchio è stato presentato dal Comune capofila Massafra insieme agli altri 11 Comuni: Ginosa, Crispiano, Laterza, Castellaneta, Mottola ,Palagianello, Palagiano,Grottaglie, Montemesola,San Marzano, Statte. 

Il valore della Gravina, del nostro territorio – ha affermato Quarto deve essere “esportato” e solo facendo rete, stando insieme, si può creare una strategia di sviluppo culturale – turistico dell’intera area.
Il sindaco di Castellaneta, Gugliotti ha sottolineato l’importanza dello stare insieme, così da potersi inserire in zone di forte interesse come il Salento.
Il sindaco di Palagianello, Borracci ha parlato di unico filo conduttore riportato nel “marchio” che consentirà un generale miglioramento per tutto il territorio.
Il sindaco di Crispiano, Lopomo ha evidenziato che una collaborazione e una condivisione di intenti, pur con esperienze diverse, potranno dare massima importanza a “quel valore aggiunto” che altri non hanno.
Il sindaco di Ginosa, Parisi ha invitato a lavorare assiduamente sotto il simbolo delle gravine per portare al centro dell’attenzione il territorio, le sue bellezze attrattive, in un particolare momento in cui altri tipi di “monoculture” hanno fallito.
Il sindaco di Statte, Andrioli ha invitato a mettere in mostra le bellezze naturali con una forza di volontà, condita da un sano “egoismo”, il tutto finalizzato alla promozione del territorio.
Il sindaco di Mottola, Barulli ha parlato di un riscatto per la “Terra delle Gravine”, di una emancipazione finalizzata a scoprire le bellezze naturali.
L’assessore del Comune di Grottaglie, Giovanni Blasi, ha evidenziato la linea che unisce i vari territori, mentre Marco Orsini, assessore del Comune di Palagiano, ha invitato a puntare al “turismo delle esperienze”.
L’assessore del Comune di Laterza, Mimma Stano, ha tracciato brevemente il percorso compiuto sino a quel momento e fatto di un insieme di progettazione, con un movimento corale sintetizzato in un marchio, che è un momento di partenza, per rendere visibile il territorio.
All’incontro ha presenziato il consigliere regionale Marco Galante che ha augurato un buon lavoro non facendo mancare nel futuro l’impegno e l’interlocuzione regionale.
La serata è stata conclusa dalla proiezione di un video promozionale e dall’invito del sindaco Fabrizio Quarto a considerare il “marchio”, dopo impegno e progettazione per l’area delle Gravine, come un punto di partenza per far spiccare il volo al territorio, inserendolo tra due solidi blocchi quali il Salento e Matera e mantenendo una unità gradita alle istituzioni sovracomunali.




Di seguito il logo del marchio “Terra delle Gravine”. I colori sono del sole, mare, natura e terra.