La Rivolta, uno dei villaggi rupestri più importanti d’Italia

Uno dei siti storici di Ginosa è il villaggio rupestre la Rivolta,considerato da molti studiosi uno dei villaggi più importanti d’Italia  dopo quello di Matera.

Nel Medioevo, tra il III e IX secolo d.C , la Gravina di Ginosa raggiunse il suo apice di popolamento tanto da definire la sua attuale struttura fatta dal villaggio il Casale e Rivolta.
Entrambi i villaggi rappresentano capolavori d’ingegneria idraulica, bioclimatica e architettura in negativo.

Il villaggio Rivolta presenta tutt’oggi  5 piani terrazzati per un totale di 66 grotte, dove sono ancora ben visibili i segni della vita quotidiana dell’uomo,come canaletti scavati nella roccia per l’approvigionamento idrico che arrivava nelle cisterne a forma di campana.
Ogni grotta presenta ancora dei  camini spaziosi dove la sera tutta la famiglia si univa, un comignolo che sbuca sui tetti ,delle mangiatoie dove c’erano dei muli e servivano all’uomo per riscaldarsi durante le stagioni fredde.
Non mancano chiese rupestri, magazzini, frantoi ipogei, forni ,orti ,magazzini e cantine.
Le grotte erano imbiancate con la calce per questioni igieniche e per evitare il contagio d’infezioni e malattie.

La Rivolta è una delle tappe che non potete assolutamente perdervi se state organizzando la vostra prossima vacanza in Puglia o in provincia di Taranto.

 

Vi aspettiamo a Ginosa!

Fonte: http://antoniopizzulli.weebly.com/blog/-la-gravina-abitata-di-ginosa]